Nuage ciel bleu

Una regola d’oro: essere un cittadino modello

La politica di Responsabilità sociale d’impresa di GEODIS prende in considerazione anche l’impatto su tutti gli stakeholder: clienti, dipendenti, azionisti e l’intera società civile. Ciò si concretizza in “Essere un cittadino modello”, una delle nostre 7 Regole d’Oro, formulata sul cosiddetto triplice approccio che comprende “Persone, Pianeta, Profitto”.

 

Approccio RSI di GEODIS

L’approccio RSI di GEODIS mira a raggiungere tre obiettivi e ruota attorno a tre temi principali: ambiente, società ed etica. Come tale, un simile approccio rappresenta uno degli incentivi più potenti verso l’innovazione.

Obiettivo 1: controllare e ridurre l’impatto ambientale delle attività di GEODIS e contribuire alla lotta contro il cambiamento climatico.

L’approccio RSI del Gruppo comprende alcune azioni che contribuiscono a ridurre l’impatto ambientale, in particolar modo il miglioramento dell’efficienza in termini di emissioni di carbonio, la riduzione delle emissioni locali di sostanze inquinanti e l’ottimizzazione dell’utilizzo delle risorse naturali.

Obiettivo 2: generare un impatto sociale e societario positivo, promuovendo il benessere e lo sviluppo dei dipendenti e della comunità.

GEODIS attribuisce un’importanza fondamentale alla sicurezza delle persone, all’uguaglianza di genere in ambito professionale e all’inclusione delle persone con disabilità.

Obiettivo 3: agire in maniera responsabile in qualsiasi circostanza.

Il rispetto di forti principi etici e l’applicazione di una severa politica di conformità non sono aspetti negoziabili, devono essere parte integrante di tutte le attività e le aree commerciali.

Attuazione concreta degli obiettivi RSI

Questi obiettivi si traducono in azioni concrete nei confronti degli stakeholder del Gruppo:

  • Innovare e lavorare costantemente alla ricerca di nuove soluzioni, creandole insieme a clienti, fornitori, subappaltatori e a qualsiasi altro partner commerciale esterno.
  • Formare e sensibilizzare i dipendenti in relazione all’impatto sociale, societario e ambientale delle attività di GEODIS e incoraggiarli a partecipare alle iniziative interne dedicate alla promozione e condivisione delle best practice all’interno del Gruppo.
  • Valutare le politiche e le iniziative di GEODIS in base agli standard e ai riferimenti interni ed esterni.
  • Misurare e comunicare i progressi in maniera regolare e trasparente con varie modalità e soprattutto nel Report RSI annuale.

I nostri impegni

Da oltre quindici anni, GEODIS dimostra il proprio coinvolgimento ed impegno su questi argomenti. Il Gruppo è stato infatti uno dei firmatari dell’iniziativa United Nations Global Compact nel 2003.

La nostra Direzione RSI utilizza in maniera proattiva anche documenti di riferimento, standard internazionali e best practice sia a livello di Gruppo che delle Lines of Business. I documenti includono:

  • Standard ISO 14001 sulla gestione ambientale
  • ISO 45001 sulla gestione della sicurezza
  • Linee guida ISO 26000 relative alla RSI
  • Aderiamo inoltre al modello di Business Excellence proposto dall’EFQM (European Foundation for Quality Management, un’organizzazione no-profit europea creata per il riconoscimento e la promozione del successo sostenibile.

GEODIS partecipa anche a gruppi di studio e ricerca scientifica, tra cui:

  • EcoTransit
  • Global Logistics Emissions Council (GLEC) dello Smart Freight Center
  • Open Lab Mobility
  • Alice (Alliance for Logistics Innovation through collaboration in Europe, [Alleanza europea per l’innovazione logistica attraverso la collaborazione])
  • Sustainable Road Freight Center
  • Clean Cargo Working Group
  • Smartway USA e Canada
  • Transporte Limpio in Messico

Centro di Expertise logistica

Energie alternative

Energie alternative: GEODIS si affida al gas naturale

Body

Il trasporto merci su strada è noto per la sua natura inquinante. Tuttavia, GEODIS offre ora ai clienti diverse alternative all’uso del diesel, alcune delle quali sono già in uso.

Leggi l’articolo

Aggiornamenti GEODIS

Serve aiuto?

Resta aggiornato